Quanto tempo stiamo su Facebook e sugli altri social media?

Qualche tempo fa è stato pubblicato un  articolo sui dati Audiweb sulla Total Digital Audience, che restituiva una fotografia reale di quanti utenti attivi ci sono e di quanti minuti vengono impiegati sulle varie piattaforme social: Facebook, Twitter, Google Plus, Linkedin, Instagram, Pinterest etc.. oltre ai nuovi trend e ad altri dati interessanti di cui ora vi parleremo.

 





Facebook è il dominatore assoluto?

Il dato che colpisce di più è sicuramente quello che riguarda Facebook, che sembra regnare incontrastato in Italia (almeno per l’Italia over 18). Infatti su Facebook passiamo tantissimo tempo (17 miliardi e mezzo di minuti su un totale trascorso online da tutti gli utenti di 77 miliardi), sugli altri social molto meno, anche se non sempre a nostro parere l’apprezzamento di un social è direttamente proporzionale al tempo speso su di esso! Le cifre però parlano chiaro su Facebook che attualmente è imbattibile in Italia, l’unico social media che produce davvero views, traffico e visite.

Si rileva però un blocco della crescita in termini di utenti di Facebook e Twitter, anche se ancora il primo cresce a livello di tempo speso, in crescita veloce Instagram e in declino prematuro Pinterest (in Italia). Bisogna però tenere conto che da questa indagine italiana sono esclusi i minorenni, e quindi molti dati soprattutto su social più usati dai teen (come ad esempio Instagram) risultano essere un po’ falsati in realtà.

Instagram supera Twitter, che si trova invece molto in sofferenza sul tempo speso ( -45% a dicembre rispetto a gennaio e diversi alti e bassi durante il 2014). Il social network di microblogging sembra essere un po’ limitato alle sue nicchie di utilizzatori (giornalisti, star, fan delle celebrity e politici). Il lancio dell’advertising su Twitter ha sicuramente rappresentato una buona novità anche in Italia, anche se però per il momento le vere “masse” rimangono altrove nel nostro paese.

Linkedin: un blog su cui scrivere?

Linkedin, nonostante i vari tentativi messi in atto per allargare il suo bacino anche come piattaforma di contenuto (Leggete qui Come usare Linkedin Pulse) e non solo di CV, rimane un po’ relegato, visto il suo ruolo principale per il recruitment o per la ricerca del lavoro da parte delle persone almeno in Italia. Chi possiede già un lavoro, si limita a leggere le notifiche e i messaggi che riceve, senza essere particolarmente attivo.

Infine Google Plus, dopo le varie vicissitudini passate, viene utilizzato perlopiù di “rimbalzo” da Google Maps, oppure solo per leggere eventuali notifiche (visto che risulta che ci passiamo 20 minuti in media al mese! Davvero pochissimo tempo!).

Domanda finale

Da tutti questi dati emerge quindi una domanda inevitabile: ma quindi il budget dedicato ai social deve essere speso tutto su Facebook? La nostra risposta è no, non per forza! Esistono dei settori  e dei “pubblici” che hanno necessità di altre piattaforme, bisogna capire anche dove il proprio pubblico target passa il suo tempo, anche rispetto ai contenuti e al tipo di prodotto.

Per qualsiasi consiglio o consulenza di social media marketing contattateci o scriveteci qui sotto nei commenti.

Entra in contatto con noi

Vuoi saperne di più?
Hai bisogno di un appuntamento?
Vuoi chiederci un preventivo?

Scrivici e portaci con te nel tuo progetto!