Posizionamento SEO: SEO Trends 2022

posizionamento SEO siti web iprov

Posizionamento SEO:
SEO Trends 2022

La SEO aumenta la visibilità del tuo sito web, migliorandone il posizionamento tra i risultati organici (non a pagamento) del motore di ricerca.

La SEO non si ferma mai, nuovi algoritmi, aggiornamenti, vecchie conoscenze rivisitate.
Ecco tutti i trend di quest’anno.

SEO Trends 2022: come rendere visibile il mio sito?

1. MUM: migliora le ricerche su Google

Nasce un nuovo modello di intelligenza artificiale: MUM (Multitask United Model).
MUM è in grado di comprendere e interpretare le intenzioni di ricerca dell’utente su un piano più profondo e semplificare tutte quelle ricerche complesse, che normalmente richiederebbero l’inserimento di più query di ricerca.

2. LaMDA: parla con Google

LaMDA (Language Model for Dialogue Applications), è una nuova tecnologia by Google orientata al dialogo, in grado di restituire un’esperienza sempre più vicina al linguaggio naturale.

3. Passage Ranking: indicizza una frase

Il Passage Ranking è un aggiornamento di Google che permette al motore di ricerca di indicizzare una frase, un passaggio preciso del contenuto della pagina, e non l’intera pagina. Sono contenuti lontani dalla logica delle keyword, e strettamente legati al contesto. Questo aiuta le ricerche specifiche e le query di ricerca.

4. Video: guarda la SEO

I Video hanno un ruolo sempre più importante nella Content Strategy, per l’acquisizione di traffico e lead.
Anche i video di YouTube saranno inseriti tra i risultati di ricerca di Google restituiti in Serp, quindi aumenta la loro rilevanza anche in ottica SEO.

5. Core Web Vitals: SEO e UX a braccetto

UX Docet. Per l’ottimizzazione dei contenuti nel posizionamento SEO, oltre alle parole chiave, sta diventando sempre più fondamentale la UX.
Parliamo di Page Experience: l’esperienza di navigazione dell’utente assume una grande importanza agli occhi di Google, tanto da rientrare nelle metriche Core Web Vitals. Metriche che misurano l’esperienza utente, l’usabilità del sito, il tempo di caricamento delle pagine, l’interattività e la stabilità dei contenuti.
La Page Experience è quindi un fattore di ranking ufficiale, importante per non avere feedback negativi o un posizionamento più basso nei motori di ricerca.

6. Mobile First Index: tutto da Smartphone e Tablet

Ne parliamo da tanto: i siti Mobile Friendly ottengono un migliore posizionamento online e maggior traffico organico. Ma, quando questo update Mobile First Index sarà totalmente completato, Google non terrà più conto dei siti Desktop per il ranking, ma si focalizzerà solo sui dispositivi mobile. Occhio!

7. Local Search: viva la ricerca locale

Se il tuo business ha una localizzazione (ad esempio hai un negozio fisico), non puoi fare a meno di ottimizzare il tuo sito per apparire nella Serp localizzata. La Local Search, ovvero le ricerche locali, saranno sempre più perfezionate dall’algoritmo, così da favorire i bisogni degli utenti che cercano un prodotto o un servizio “nelle vicinanze”. La Local Search ti aiuta quindi a trovare nuovi potenziali clienti, anche perché, il traffico correlato alle ricerche locali, è ad alto potenziale di conversione.

8. Google EAT: esperienza, autorevolezza, affidabilità

Per essere riconosciuto come fonte autorevole e interessante da Google, il tuo sito deve rispettare tre criteri EAT: esperienza (expertise), autorevolezza (authoritativenesse) e affidabilità (trustworthiness).
Affidabilità, lunghezza e profondità dell’argomento trattato: sono elementi necessari per coinvolgere l’utente e rendere la lettura di un contenuto più immediata.

9. Featured Snippet: risposte immediate, zero click

I Featured Snipped, snippet in primo piano o frammento di primo piano, sono una stringa particolare mostrata dal motore di ricerca nelle primissime posizioni dei risultati di ricerca. Questo frammento riassume i tratti salienti del sito, o della landing page di riferimento. Cattura subito l’attenzione dell’utente, perché si trova in prima posizione ed è messo in risalto da Google in un riquadro. Questo meccanismo permette di ottenere una risposta senza dover cliccare su un risultato e leggerne il contenuto. Gli snippet hanno un carattere temporale e possono variare nell’arco della giornata.

Sei pronto a metterti in mostra?
Vuoi ottimizzare il tuo sito in ottica SEO? Vuoi posizionarti?
Vuoi diventare finalmente visibile?

Contattaci per una consulenza
SEO gratuita!

Leggi altri post