Brand Purpose: “La gente non compra quello che fai, ma perché lo fai” | Iprov

Brand Purpose: “La gente non compra quello che fai, ma perché lo fai”

Brand Purpose: “La gente non compra quello che fai, ma perché lo fai”

Brand Purpose: cos’è?

pur·pose /ˈpərpəs / Purpose significa la ragione per cui qualcosa esiste.
E’, o almeno dovrebbe essere, l’essenza di ogni brand.

Brand Purpose: “La gente non compra quello che fai, ma perché lo fai” (Simon Sinek)

Al di là di ciò che vendi, c’è qualcosa di più grande che arriva e colpisce il cliente, è la Brand Purpose: il motivo per il quale tu fai quella determinata cosa.

Questo ti permette di creare un legame profondo con chi ti sceglie, di entrare in sintonia con i tuoi clienti che condividono con te i tuoi stessi ideali e valori, costruire relazioni autentiche (e redditizie).

In un mondo sempre più affollato di informazioni e parole, un Purpose adeguato aiuta a condividere, comunicare, unirsi alla marca e al suo messaggio.

La Brand Purpose è il perché del brand: il motivo per il quale esiste, il cuore del business, la sua storia, la base dalla quale poi costruire tutto il resto.
E’ grazie a questo perché che si creano l’azienda, la motivazione dei dipendenti, le strategie, il successo.
La brand purpose è capace di raccogliere spontaneamente una community di persone che si identificano con il messaggio del brand, diventano ambasciatori del marchio in cui credono.

Avere una Brand Purpose è importante per un’azienda perché mostra ai clienti che l’impresa non è solo l’insieme dei suoi prodotti, servizi o campagne pubblicitarie, ha uno scopo più alto del semplice profitto.

Le aspettative dei consumatori richiedono infatti alle aziende di essere aiutati nella vita quotidiana, di essere loro vicini, rassicuranti, solidali, verso un autentico interesse collettivo comune.

Brand Purpose e Brand Identity

La Brand Purpose è strettamente collegata alla Brand Identity: possiamo quasi affermare che l’identità del consumatore coincida spesso con l’identità di marca.
La visione del cliente come semplice acquirente è ormai superata: il tuo obiettivo deve essere quello di creare una comunità di stakeholder, utenti coinvolti nel tuo brand, nel tuo progetto.

Ispira, differenziati, lascia la tua impronta

Le aziende guidate dalla brand purpose ispirano, si distinguono, lasciano il segno, creano sentimenti di appartenenza e fiducia tra i clienti che, in loro, si riconoscono.

I brand sono sempre più visti come un’opportunità per cambiare il mondo: è fondamentale identificarci con il loro scopo.
Attraverso l’acquisto dei loro prodotti queste imprese trasmettono l’idea di poter contribuire a una determinata causa, di esser parte di qualcosa.

Abbiamo bisogno di sentirci più di un semplice cliente che fa un buon affare, vogliamo sentirci parte di un progetto più grande.
Compreresti un prodotto che ti piace anche se il brand non abbraccia nessuna causa o ne sposa una lontana da te? La risposta è NO.

Il 95% delle nostre scelte d’acquisto sono irrazionali, a giocare sono quindi le emozioni: rincorrere uno scopo è molto più decisivo del mero profitto.
Il 64% dei consumatori globali afferma di scegliere i brand in base alle posizioni che prendono su questioni politiche e sociali.
(Dati New Cone Communications)

Il 62% dei clienti (su 30 mila consumatori in 35 Nazioni diverse) si aspetta che le aziende prendano posizione sui temi attuali.
(Ricerca Globale Accenture Strategy)

Le aziende che non si allineano a nessun ideale, ne pagano il prezzo.

Apple: esempio di Brand Purpose

Ecco perché in tanti, tantissimi, continuano a scegliere i prodotti Apple.
Nonostante i prezzi molto alti, e spesso poco competitivi, nonostante l’elevato livello tecnologico dei competitor, la comunità degli amanti della mela continua a crescere.

Perché? Perché Apple non ci dice solo “Il mio Computer è super”, ci dice: “Io credo nel Think Different, nel pensiero alternativo, credo in ciò che faccio, credo nelle sfide, credo in prodotti ben progettati, ma semplici da usare, per questo il mio Computer è super”.
Apple non teme i competitor, è pro-attiva, influenza gli utenti e offre loro un’esperienza.
Questo si chiama Brand Purpose e fa la differenza.

Purpose Strategy

La Purpose Strategy parte dal perché e arriva al come: ovvero tutte le azioni – dalla comunicazione al Marketing, fino alla pubblicità – che ti permettono di arricchire le tua offerta socialmente, agire con empatia, comunicare i tuoi valori e il tuo orientamento etico, in modo trasparente e sincero.

La Brand Purpose è un elemento di fortissima differenziazione per le aziende.

Brand Strategy e Woke-Washing

Quando le aziende vendono fuffa, cioè “predicano bene e razzolano male”, parliamo invece di Woke-Washing.
I brand hanno fiutato che, oggi più che mai, contribuire a rendere il mondo un posto migliore è un ingrediente fondamentale della brand strategy, che li rende oltretutto “trendy”; in tanti hanno quindi deciso di rincorrere uno scopo, inventarsi un loro perché, sposando cause sociali o valori etici, solo per vendere, pubblicizzarsi, far parlare di sé, aumentare la loro brand reputation.

Campagne pubblicitarie che poi non corrispondono a comportamenti concreti dei brand all’interno della loro azienda.
Ma i consumatori sono stupidi? NO.
Quindi sappiamo già che, in questo caso, stiamo parlando di stelle comete, successi usa e getta.
Il brand via via apparirà falso, incoerente e perderà la fiducia dei clienti che smetteranno di sceglierlo.

Il 47% dei consumatori abbandona il brand se viene delusa dal comportamento di un’azienda sul fronte dei valori, di questi, il 17% è perso per sempre.
(Ricerca Globale Accenture Strategy).

La Brand Purpose è quindi molto preziosa per il tuo brand e, proprio per questo, richiede grande attenzione e verità.

L’immagine della tua azienda riflette la tua identità?
Porta a galla la tua brand Purpose.

Contattaci!

Entra in contatto con noi

Vuoi saperne di più?
Hai bisogno di un appuntamento?
Vuoi chiederci un preventivo?

Scrivici…

Remiamo dalla stessa parte!