Come scegli il colore del tuo brand?

La scienza dei colori applicata al marketing è sicuramente uno studio affascinante di come la scelta di un colore, piuttosto che un altro possa influenzare le azioni o il pensiero delle persone.
Sembra infatti che la scelta dei colori per un brand abbia una grande importanza nella percezione da parte dei potenziali clienti, addirittura da alcuni recenti studi pare che il colore dei prodotto possa avere un’influenza fino all’80% sulla scelta di acquisto. Si capisce bene quindi quanto questa scelta sia determinante nel decretare il successo o meno di un marchio. Scegliere un colore per la propria azienda può sembrare semplice, ma in realtà una decisione errata potrà compromettere il futuro anche sul lungo periodo.

 

Quali sono i colori più usati dai Brand?

Quali sono effettivamente i colori più utilizzati dalle aziende? I migliori marchi per il 33% usano il colore blu (e già potranno venirvi in mente alcuni esempi nel settore dei social network), il 29% il rosso, il 28% il nero e solo il 13% il giallo. Come si vede nell’infografica pubblicata su The Logo Company che abbiamo condiviso, i marchi che utilizzano al massimo uno o due colori sono la maggioranza (95%) quelle che usano più di due colori invece solo il 5%.
I colori quindi hanno la loro importanza e un significato preciso che i brand devono conoscere per poter scegliere il colore che incarna davvero i propri valori e ciò che si vuole trasmettere al consumatore.

Cosa ci dice la Comunicazione Visiva

Guardiamo assieme allora che cosa ci insegna la comunicazione visiva:
• il colore rosso è un colore passionale, che aumenta il battito del nostro cuore e accelera il respiro, lo troviamo spesso usato nei prodotti di moda, nella cosmesi, per le automobili, adatto in particolare per trasmettere un senso di energia;
• il blu è un colore che trasmette sicurezza che evoca il cielo e quindi serenità; è fra i colori più scelti dai brand, non viene molto usato dai marchi automobilistici e di abbigliamento. Si tratta di uno dei colori più gettonati fra i social network, pensiamo a Facebook, Twitter, Skype;
• il giallo evoca immediatamente la solarità, il calore, stimola la creatività e l’energia. Si tratta del colore che per eccellenza attira l’attenzione. Ultimamente utilizzato in controtendenza anche nell’abito bancario: CheBanca! utilizza il giallo nel proprio marchio, calcando la mano anche negli spot televisivi con il claim “Scegli il giallo!”;
• il viola è un colore misterioso, che evoca regalità ed eleganza, lusso; per questo lo si trova spesso abbinato alla finanza, ma anche alla tecnologia, vediamo l’esempio di Yahoo o per la telefonia di Tiscali.
• il verde è di solito abbinato ad un senso di calma e di salute, spesso infatti viene utilizzato per marchi energetici, alimentari  pensiamo ad esempio a Bonduelle o a Levissima, entrambi marchi alimentari che utilizzano il verde nel loro logo evocando leggerezza e bontà;
• il nero è sempre sinonimo di raffinatezza ed eleganza, di solito usato per prodotti costosi e di alto livello: settore tecnologico, abbigliamento, automobilistico. Ci vengono in mente alcuni marchi famosi come L’Orèal o Cartier che utilizzano il nero per esprimere prestigio ed eleganza;
• l’arancione è pensato come il colore della fantasia, derivante dalla forza del rosso e dalla luminosità del giallo, produce un senso di gioia e di entusiasmo. Lo troviamo diffuso fra i prodotti alimentari, ma non solo, basti pensare a Wind per esempio che utilizza l’arancio per trasmettere il senso di dinamicità e di felicità;
• infine il bianco, il simbolo della purezza, della pulizia, la scelta più adatta per i brand che producono prodotti legati alla sanità, ma non solo lo troviamo anche in ambito alimentare come sinonimo di “light” e di leggerezza. In ambito tecnologico pensiamo al grande colosso Apple, che ha fatto del bianco il suo standard, forse volendo evocare la purezza assoluta della propria tecnologia o la completezza della propria offerta che contiene in sé tutte le potenzialità ( non ci dimentichiamo che il bianco è l’unione di tutti i colori) o forse la semplicità raffinata dei suoi prodotti high-tech.
Si potrebbero scrivere infiniti articoli sulla comunicazione visiva legata all’uso dei colori nel marketing e nella pubblicità, tanto è vasto l’argomento; per curiosare ancora un po’ vi consigliamo un interessante articolo di Roberto Esposito su alcuni casi eccellenti di colori dei brand, in cui vengono analizzati alcuni esempi di marchi famosi e come hanno scelto il colore abbinato al loro brand.

Entra in contatto con noi

Vuoi saperne di più?
Hai bisogno di un appuntamento?
Vuoi chiederci un preventivo?

Scrivici e portaci con te nel tuo progetto!